F1 2017 Bahrain: Vettel celebra la seconda vittoria dell'anno

Le prime quattro gare del Mondiale di Formula 1 hanno confermato che la stagione, quest'anno, vedrà una competizione a due, tra le Mercedes e le Ferrari. Con Vettel e Hamilton che (a parte qualche fiammata dei loro compagni di squadra, come avvenuto con la partenza bruciante di Bottas) si contenderanno fino alla fine la vittoria del Mondiale piloti.

La Ferrari, in questa stagione, si è dimostrata una realtà. Finora affidabile dal punto di vista della compenente motoristica e di quella meccanica. Veloce, al pari delle Frecce d'argento. Con un telaio in grado di ottimizzare il consumo degli pneumatici.

Quello che forse manca ancora alla Ferrari per essere al pari dei rivali che hanno dominato le ultime stagioni in Formula 1 è la mancanza di abitudine alla vittoria. La squadra (piloti, ingegneri, meccanici) deve dimostrare di saper gestire le situazioni quando si è sotto pressione. Alla Mercedes, in passato, hanno dovuto attendere molto per riuscirci.

Dal punto di vista della qualità dei piloti, Vettel ed Hamilton hanno dimostrato entrambi di essere veloci e maturi. Del resto, si tratta di due campioni del mondo. La Ferrari ne avrebbe un altro di campione del mondo in scuderia, tra l'altro molto veloce (come dimostrano i record che fa segnare in gara), ma inspiegabilmente poco competitivo quando c'è realmente da spingere al massimo.

Il vero vantaggio della Ferrari, però, può derivare dal fatto che, probabilmente, le Rosse hanno margini di migliorabilità maggiori rispetto alle Mercedes.

Autore maxsbard
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube Zockerfreak. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!