F1 Monaco 1984: Senna, il Re della pioggia!

Tre giugno 1984. Sotto un diluvio incessante prende il via il Gran Premio del Principato di Monaco, una delle piste più affascinanti della Formula 1. La partenza viene ritardata di quasi un'ora in attesa di un miglioramento meteo che non ci sarà. I commissari di gara, su richiesta dei piloti, fanno bagnare anche il tunnel.

Al via, con Prost che mantiene la testa dopo essere scattato dalla pole, subito un incidente, che coinvolge Warwick, Arnoux, Tambay e De Cesaris.

La gara prosegue con una serie di rischi ed incidenti. Prost viene superato da Mansell dopo aver colpito, fortunatamente senza gravi conseguenze, un commissario che tenta di spingere la vettura di Fabi.

Mansell però perde il controllo della vettura e finisce fuori gara.

Tra incertezza e colpi di scena dalle retrovie avanza il debuttante Ayrton Senna, brasiliano della Toleman, che si era messo in mostra in Formula 3.

Senna supera Rosberg, Arnoux e Lauda, portandosi al secondo posto. Sulla pista bagnata sembra guidare la sua Toleman gommata Michelin come se fosse sull'asciutto. Mentre la pioggia si fa sempre più intensa, il giovane brasiliano inizia una magnifica rimonta sul capolista Prost. Il pilota della McLaren al 29° giro chiede con la mano ai commissari di interrompere la gara. La decisione sarà presa dal direttore di gara Jacky Ickx tre giri dopo, quando ormai Senna è a soli due secondi da Prost. Gara interrotta con metà punti assegnati ai piloti.

Viene così tolta a Senna la possibilità di conquistare il suo primo Gran premio. Ma il giovane pilota brasiliano, da quel momento, sarà considerato, a ragione, l'astro nascente della Formula 1, imbattibile, in particolare, con la pioggia.

Autore maxsbard
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube rikyblueeyes. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!