Formula 1, cosa è cambiato con le nuove regole

Il ritorno alla vittoria della Ferrari, nella prima gara del Mondiale di Formula 1, a Melbourne, ha fatto esaltare i tifosi della Rossa, che confidavano nell'anno del riscatto. Le Mercedes sono in realtà ancora le vetture da battere, ma la Ferrari ha dimostrato in Australia, in prova ed in gara, di poter competere con le Frecce d'argento.

Merito anche del nuovo regolamento, che ha rimescolato un po' le carte, rispetto alle norme che hanno consentito un dominio assoluto delle Mercedes nelle ultime stagioni.

Le monoposto in questa stagione sono più larghe e più larghi sono gli pneumatici montati, addirittura del 25 per cento. Questo migliora l'aderenza, ma rende più difficile i sorpassi. Determinanti per la vittoria finale, dunque, saranno ancora di più la posizione sulla griglia di partenza ed i cambi di gomme ai box. Non a caso Hamilton in Australia ha perso la propria corsa ai box.

Incrementata anche la larghezza dell'ala anteriore, mantenendo però inalterata l'altezza. Le vetture hanno cambiato radicalmente anche i diffusori. Più largo anche l'alettone posteriore, che però risulta più basso.

Le vetture pesano di più e questo aumenta i consumi. Quanto alle modalità di sviluppo delle vetture, via il sistema a gettoni, con la possibilità di arrivare a tre pacchetti di sviluppo del motore.

Da quest'anno non è più possibile effettuare sostituzioni multiple di pezzi della vettura scontando un solo arretramento sulla griglia di partenza.

Autore maxsbard
Vota questo articolo
Il video e l'immagine di anteprima sono proprietĂ  del canale Youtube Gommeblog.it. Nel nostro blog vengono solamente incorporati tramite tag iFrame.
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!