Il ritiro di Lauda al GP di Fuji 1976

Nell'ultima gara del campionato mondiale di Formula 1 del 1976 si contendevano il titolo piloti Niki Lauda, sulla Ferrari, e James Hunt, sulla McLaren Ford. Era l'anno del terribile incidente dell'austriaco al Nurburgring, nel quale aveva seriamente rischiato di perdere la vita a causa dell'incendio che aveva avvolto la sua monoposto e che lo aveva costretto a saltare diversi Gran Premi, permettendo così la rimonta dell'inglese. In Giappone (era la prima volta che una gara di Formula Uno si disputava in Asia e fecero il loro esordio anche gli pneumatici Bridgestone) Lauda arrivava con 3 lunghezze di vantaggio su Hunt che doveva pertanto a tutti i costi arrivare al traguardo in buona posizione e sperare che l'avversario non facesse altrettanto. Le qualifiche avevano visto piazzarsi al primo posto Mario Andretti (con la Lotus) seguito dai due rivali, con Hunt secondo che precedeva Lauda terzo. Il giorno della gara però un terribile acquazzone si abbattè sul circuito, ammantandolo al contempo in nubi molto basse che rendevano assai difficile la visuale. La commissione piloti si riunì e a maggioranza votò per annullare la gara, ma il patron del Circus, Bernie Ecclestone, spinse per disputarla ugualmente e la ebbe vinta: con oltre un'ora e mezza di ritardo e su di una lunghezza dimezzata, il Gran Premio del Giappone partì in condizioni a dir poco critiche. Lauda, scivolato presto a metà gruppo, si ritirò dopo soli due giri giudicando troppo pericoloso proseguire mentre Hunt, al momento primo, si involava verso la vittoria del mondiale. A quattro giri dal termine però il britannico forò uno dei suoi pneumatici e tra enormi difficoltà fu costretto a tornare ai box per sostituire le gomme. Ripartì senza sapere in che posizione si trovasse e rimontò selvaggiamente per raggiungere il piazzamento minimo che gli sarebbe valso il titolo: il quarto posto. Al traguardo, furioso con il proprio team perchè credeva di aver perso il mondiale, Hunt scoprì di essere giunto terzo e di essere così diventato il Campione del Mondo di Formula Uno del 1976. In questo video potete ammirare proprio il momento in cui Niki Lauda scende dalla propria Ferrari e si rifugia ai Box consegnando, di fatto, il titolo allo storico rivale, così come riportato nello splendido film del 2013 "Rush".
Autore marcolestu
Vota questo articolo
Condividi

Lascia il tuo commento!