Incidente Schumacher - Coulthard Spa 1998

A moltissimi anni di distanza fa ancora molto discutere l'incidente avvenuto sulla pista belga di Spa-Francorchamps nel 1998 tra l'allora pilota della Ferrari Michael Schumacher e lo scozzese della McLaren David Coulthard. Sotto una pioggia battente e con il pilota della scuderia di Maranello che conduceva la gara in tranquillità, arriva il momento del doppiaggio di Coulthard, compagno di squadra di Mika Hakkinen, rivale di Schumacher nella corsa al titolo piloti della Formula Uno.

Con una manovra che non è ancora stata chiarita, il ferrarista tampona il britannico e, avendo danneggiato irreversibilmente la sua monoposto, è costretto al ritiro, dopo aver percorso metà giro senza una ruota. Arrivato in pit lane si verifica la memorabile irruzione nel box avversario e (si dice) una scazzottata con Coulthard di cui ancora oggi si discute nel paddock e che, con ogni probabilità, è costata a Schumacher la vittoria nel mondiale 1998.

I sostenitori del pilota tedesco accusano lo scozzese di aver rallentato appositamente restando in traiettoria, in modo che, reso invisibile dalla nube d'acqua sollevata dai propri pneumatici, Coulthard risultasse invisibile a Schumacher che lo seguiva a pochi metri di distanza e si stava apprestando a doppiarlo. Altri invece sostengono che sia stata colpa del Ferrarista, troppo imprudente in questa circostanza, che dato l'enorme vantaggio sul secondo avrebbe potuto tranquillamente restare alle spalle del rivale e arrivare al traguardo, conquistando una meritatissima e straordinaria vittoria.

Autore marcolestu
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!