Max Verstappen - Redbull: sulla neve a Kitzbuhel

Che la Redbull sia una delle scuderie più innovative della Formula Uno è un dato di fatto, come dimostrano le geniali innovazioni apportate sulle monoposto disegnate da Adrian Newey, lo straordinario successo della sua Academy in cui forma i piloti emergenti e anche gli incredibili eventi, spesso a carattere meramente pubblicitario, che organizza in tutto il mondo, in ogni periodo dell'anno.

E nell'inverno del 2016, proprio uno dei piloti più promettenti della Academy Redbull, l'olandese Max Verstappen (figlio di Jos, già pilota di Formula Uno negli anni Novanta) ha fatto girare per la prima volta nella storia una vettura di Formula Uno sulla neve. L'evento si è tenuto sulle montagne di casa, in Austria, sulla famosa pista di discesa di Kitzbuhel in cui ogni anno si svolge una delle gare di coppa del mondo di sci più seguite.

Equipaggiata con pneumatici chiodati, la Redbull ha percorso nel senso inverso uno dei tratti più spettacolari della discesa, con in pilota olandese che ha avuto non poche difficoltà nel riuscire a scaricare a terra, sul terreno più insidioso, tutta la potenza che una vettura di Formula Uno riesce a generare. A dimostrarlo, la lunga slittata nella primissima occasione in cui ha premuto a fondo il pedale dell'acceleratore sulla neve.

Nemmeno il controllo elettronico di trazione ha potuto evitarlo, essendo tarato per superfici con aderenza decisamente maggiore della neve battuta. Ne è risultato un goffo tentativo di accelerazione che ha solamente sollevato una nuvola di fiocchi bianchi dal retrotreno della vettura, decisamente poco a proprio agio in montagna e assai desiderosa di tornare a percorrere l'asfalto di un circuito di Formula Uno.
Autore marcolestu
Vota questo articolo
Guarda
Condividi

Lascia il tuo commento!