Senna vs Prost - Suzuka 1989 - Imperdibile!!!

Ecco a voi un video dedicato a due grandissimi campioni della Formula Uno moderna, Ayrton Senna Da Silva, indimenticabile pilota brasiliano, e Alain Prost, pluricampione mondiale francese e pilota anche della Ferrari.

La scena si svolge a Suzuka in Giappone il 22 Ottobre del 1989, la penultima prova del campionato mondiale di Formula Uno. Prost si presentò a quell'appuntamento con 16 punti di vantaggio sul suo compagno di squadra e rivale Senna e, quindi, quest'ultimo, per avere ancora speranze di conquistare quel mondiale, era costretto a vincere. Le qualifiche del giorno prima furono favorevoli al pilota brasiliano, che conquistò il miglior tempo e partì in pole position nella gara, ma, il pilota francese partì meglio del rivale e prese subito un buon margine di vantaggio che gli consentì una gara abbastanza tranquilla.

Ma, piano piano, Senna cominciò la sua lenta ed inesorabile rimonta che lo portò, al giro 46, a tentare l'attacco a Prost in un punto piuttosto difficile, alla chicane del Triangolo, dove non c'era la spazio per tutti e due e, inesorabilmente, ci fu l'impatto e le due Mc Laren uscirono di pista. Alain Prost scese serenamente dall'auto sicuro di aver ormai vinto il mondiale ma, Senna, indomito, si fece aiutare dai commissari e riuscì a ripartire, ma dovette fermarsi ai box per cambiare il musetto, gravemente danneggiato dall'impatto e cedette la prima posizione al pilota italiano Alessandro Nannini.

Ma la tenacia di Ayrton fu premiata al giro 51, quando riuscì a passare Nannini e ritornò in testa al Gran Premio del Giappone fino alla bandiera a scacchi, vincendo la gara e riaprendo il mondiale. Il colpo di scena arrivò, però, subito dopo la gara, quando i giudici non poterono far altro che squalificare Senna per l'aiuto ricevuto dai commissari (non consentito dal regolamento) e di fatto consegnando il titolo mondiale nelle mani di Alain Prost. Per la cronaca il Gran Premio fu vinto da Nannini su Benetton davanti ad un altro italiano Riccardo Patrese su Williams-Renault.

La polemica non finì dopo Suzuka ma, Senna presentando ricorso e perdendolo fu costretto a pagare una multa di 100.000$ e criticando ancora la sentenza gli fu ritirata la superlicenza, obbligatoria per correre in Formula Uno. La situazione si risolse poco prima dell'inizio della stagione successiva quando, un'altra sentenza restituì la superlicenza al pilota brasiliano che, così, potè ricominciare a correre.

Autore Floryblackcat
Vota questo articolo
Guarda il video
Condividi

Lascia il tuo commento!

Newsletter

Seguici per rimanere sempre aggiornato!